• 1
  • 2

I'll Still Destroy You

I'll Still Destroy You

It's so easy to set off
The molecules and the caplets
They all have something against me
Nothing I do makes me feel different

This one's like your sister's best friends
In a bath calling you to join them
Can't avoid them
This one's like your mother's arms
When she was young and sunburned in the '80s
It lasts forever

The more level they have me
The more I cannot stand me
I have helpless friendships
And bad taste in liquids

This one's like the wilderness without the world
I'm gonna miss those long nights with the windows open
I keep re-reading the same lines always up at 5am every morning
Like a baby

It's just the lights coming on
It's just the lights coming on

I have no positions
No point of view or vision
I'm just trying to stay in touch with
Anything I'm still in touch with

The sky's getting white
I can't find a lighter anywhere I'm going crazy
But I'm not crazy
Put your heels against the wall
I swear you got a little bit taller since I saw you
I'll still destroy you

It's just the lights coming on
It's just the lights coming on

Ti Distruggerò Lo Stesso[1]

È così facile innescare
Le molecole e le pillole[2]
Hanno tutti qualcosa contro di me
Niente di quel che faccio mi fa sentire diversamente

Questa qui[3] è come le migliori amiche di tua sorella
In una vasca da bagno che ti invitano a raggiungerle
Non puoi evitarle
Questa qui è come le braccia di tua madre
Quando era giovane e scottata dal sole negli anni 80
Dura per sempre

Quanto più mi appiattiscono
Tanto più non riesco a sopportarmi
Ho amicizie incapaci
E un cattivo gusto per i liquidi

Questa qui è come una landa desolata[4] senza il mondo
Mi mancheranno quelle lunghe notti con le finestre aperte
Continuo a rileggere le stesse righe sempre sveglio alle 5 ogni mattina[5]
Come un bambino

Sono solo le luci che arrivano
Sono solo le luci che arrivano

Non ho posizioni
Nessun punto di vista o visione
Sto solo cercando di rimanere in contatto con
Qualunque cosa io sia ancora in contatto

Il cielo sta diventando bianco
Non riesco a trovare un accendino da nessuna parte, sto impazzendo
Ma non sono pazzo
Appoggia i talloni al muro
Giuro che sei diventata un po' più alta dall'ultima volta che ti ho vista[6]
Ti distruggerò lo stesso[7]

Sono solo le luci che arrivano
Sono solo le luci che arrivano

[1] Matt Berninger in un'intervista a Pitchfork.com: "I'll Still Destroy You parla affettuosamente di come alteriamo il nostro stato mentale, che sia grazie all'erba o al vino o ad altro. È un ingrediente della mia vita. A volte siamo troppo indulgenti con noi stessi. Questa cosa bizzarramente mi è sempre andata bene. Canto molto a tal riguardo, e riguardo ai relativi pericoli."

[2] come confermato da Matt in un'intervista a NPR l'espressione "the molecules and the caplets" - ossia le molecole e le pillole con cui "alteriamo il nostro stato mentale" (vedi nota 1) - ha una forte assonanza con "the Montagues and the Capulets", ossia i Montecchi e Capuleti della tragedia Romeo e Giulietta di Shakespeare.

[3] Matt Berninger in un'intervista a NPR: "la canzone assume un approccio serio nell'affrontare l'automedicazione - questa qui è come questo, questa qui è come quello - sia che si tratti di erba o di medicinali prescritti dal tuo medico, sono cose che ti cambiano. Sono esperienze che a volte possono lasciare segni duraturi - in senso buono o cattivo." L'espressione "questa qui" credo che voglia quindi indicare un tipo di droga o un certo farmaco.

[4] "wilderness" indica un posto in cui predomina la natura selvaggia. Nella già citata intervista a NPR, Matt accenna al fatto che durante la session presso il nuovo studio di registrazione di Aaron - finito di costruire un anno e mezzo prima dell'uscita del disco - la band "campeggiava" lì, cibandosi con piatti preparati con quanto raccolto nei dintorni. Questo passaggio può essere quindi un richiamo a tale periodo.

[5] sempre nella citata intervista a NPR, Matt racconta come una cospicua parte del lavoro ai testi sia stato eseguito durante la notte, approfittando del fatto che moglie e figlia stessero dormendo.

[6] Matt Berninger in un'intervista a NPR: "Qui si entra nel personale. Una gran parte [della canzone, ndT] è stata scritta mentre ero lontano da casa e sentivo la mancanza di mia figlia. L'ultima parte si addentra nelle cose che ti perdi quando non presti attenzione. Anche se a volte sei assente solo per poche settimane, quando sono così piccoli torni a casa e ti sembrano un po' cambiati. Ciò che ha inizio con il prendere farmaci, una relazione, un litigio e un conflitto - tutto ciò viene messo in prospettiva verso la fine."

[7] Matt Berninger in un'intervista a NPR: "Per quanto tu ti si possa sforzare, i tuoi figli finiranno con l'apprendere le cose principalmente dai tuoi comportamenti, o dalla tua alchimia, o dal tuo DNA. In un modo o nell'altro gran parte delle cose che ti porti dietro, le passerai a loro. Bisogna stare attenti a scegliere quali di queste cose passare, che tipo di comportamenti vuoi che i tuoi figli ti vedano assumere. Io vedo i miei amici, la mia famiglia e mia figlia come un'estensione di una versione interconnessa di noi. L'idea è che, per quanto provi a proteggerli, in un modo o nell'altro le tue cattive abitudini finiranno dentro di loro. Quindi è in un certo senso una cosa affettuosa."

  • Default
  • Title
  • Date
  • Random
  • Sleep Well Beast e Tour 2017

    Una raccolta di tutti gli articoli sul nuovo disco e sul tour 2017
  • News

    Tutte le ultime notizie sulla band in un archivio in costante aggiornamento
  • Testi e traduzioni

    Cerca nella nostra discografia tutti i testi con traduzione a fronte
  • Bootlegs

    Scarica i live della band e aiutaci a tenere aggiornato il nostro archivio (devi aver postato almeno un messaggio per
  • Concorsi

    Partecipa ai nostri concorsi: potrai vincere biglietti, CD... E molto altro!
  • Shop

    Acquista le t-shirt di SlowShow.org

"Non avevamo neppure un fan in Italia e suonammo in un piccolo locale sulla spiaggia, di cui però non ricordo il nome. Ecco, nonostante questo, fu un momento unico"

(Matt Berninger)

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per le sue funzionalità. Cliccando su OK o continuando la navigazione acconsenti all’uso dei cookie. Clicca qui per saperne di più.