The Geese Of Beverly Road

The Geese Of Beverly Road

We'll take ourselves out in the street
And wear the blood in our cheeks
Like red roses
We'll go from car to sleeping car
And whisper in their sleeping ears
We were here, we were here
We'll set off the geese of Beverly Road

Hey, love, we'll get away with it
We'll run like we're awesome, totally genius
Hey, love, we'll get away with it
We'll run like we're awesome

We won't be disappointed
We'll fight like girls for our place at the table
Our room on the floor
We'll set off the geese of Beverly Road

Hey, love, we'll get away with it
We'll run like we're awesome, totally genius
Hey, love, we'll get away with it
We'll run like we're awesome

We're the heirs to the glimmering world
[repeat]

We're drunk and sparking, our legs are open
Our hands are covered in cake
But I swear we didn't have any
I swear we didn't have any

Hey, love, we'll get away with it
We'll run like we're awesome, totally genius
Hey, love, we'll get away with it
We'll run like we're awesome

We're the heirs to the glimmering world
[repeat]

Oh, come, come be my waitress and serve me tonight
Serve me the sky tonight
Oh, come, come be my waitress and serve me tonight
serve me the sky with a big slice of lemon

We're the heirs to the glimmering world
[repeat]

Oh, come, come be my waitress and serve me tonight
Serve me the sky tonight
Oh, come, come be my waitress and serve me tonight
Serve me the sky with a big slice of lemon

 

Le Oche Di Beverly Road[1]

Ci porteremo in strada
E indosseremo il sangue nelle nostre guance
Come rose rosse
Andremo di auto dormiente in auto dormiente
E sussurreremo nelle loro orecchie addormentate
Eravamo qui, eravamo qui
Faremo scattare le oche di Beverly Road

Ehi, amore, la faremo franca[2]
Correremo come se fossimo dei fantastici, completi geni
Ehi, amore, la faremo franca
Correremo come se fossimo fantastici

Non resteremo delusi
Combatteremo come ragazze per il nostro posto a tavola
Il nostro spazio sul pavimento
Faremo scattare le oche di Beverly Road

Ehi, amore, la faremo franca
Correremo come se fossimo dei fantastici, completi geni
Ehi, amore, la faremo franca
Correremo come se fossimo fantastici

Siamo gli eredi di un mondo lucente[3]
[ripete]

Siamo ubriachi e scintillanti, le nostre gambe sono aperte
Le nostre mani sono ricoperte di torta
Ma giuro che non ne abbiamo
Giuro che non ne abbiamo

Ehi, amore, la faremo franca
Correremo come se fossimo dei fantastici, completi geni
Ehi, amore, la faremo franca
Correremo come se fossimo fantastici

Siamo gli eredi di un mondo lucente
[ripete]

Oh, vieni, vieni a farmi da cameriera e servimi stanotte
Servimi il cielo stanotte
Oh, vieni, vieni a farmi da cameriera e servimi stanotte
Servimi il cielo con una grossa fetta di limone

Siamo gli eredi di un mondo lucente
[ripete]

Oh, vieni, vieni a farmi da cameriera e servimi stanotte
Servimi il cielo stanotte
Oh, vieni, vieni a farmi da cameriera e servimi stanotte
Servimi il cielo con una grossa fetta di limone

 

 

 [1] mentre traducevo questo testo pensavo che raccontasse di due ladri d'auto e che le oche di Beverly Road non fossero altro che gli allarmi delle macchine rubate: avevo ragione solo in parte; vi posto la mia traduzione di un estratto di un articolo pubblicato su neumu.net, nel quale lo stesso Matt spiega al di fuori di ogni ragionevole dubbio il significato del testo: questa canzone, come [Matt] spiega, è nata nel quartiere di Brooklyn dove lui e Bryce Dessner vivevano durante le registrazioni di Alligator, un posto chiamato Ditmas Park. "E' un quartiere bellissimo nel quale ci si sente più a Savannah, Georgia che a Brooklyn," dice. "Le case sono tutte abitazioni singole, con bei giardini e portici che le circondano. Una sera ero seduto fuori e guardavo un gruppetto di ragazzini che correvano avanti e indietro sulla Beverly facendo scattare gli allarmi delle auto. La canzone è loro. Registrare laggiù è stato bello, molto rilassato." Un diffuso senso di felicità pervade infatti la canzone, sia nella musica che nel testo ("Siamo ubriachi e scintillanti, le nostre mani sono ricoperte di torta, ma giuro che non ne abbiamo, non ne abbiamo"); m'immagino Matt seduto a godersi la frescura serale sotto il portico della loro casetta a Ditmas Park, lo vedo fumare una Marlboro mentre osserva quei ragazzini giocare in strada, correre su e giù per Beverly Road; si immedesima in loro e si sente bene, si sente pieno di gioia e di speranza per il futuro ("Siamo gli eredi di un mondo lucente"), al punto di potersi permettere di chiedere anche il cielo, quel cielo che adesso gli sembra così vicino, così limpido e profumato come un cocktail. Pensa a sua moglie, a quanto gli manca ed a quanto vorrebbe che venisse lei a servirgli il cielo di Brooklyn, stasera..."con una grossa fetta di limone". Come nota aggiuntiva, i potenti mezzi di google mappe mi permettono di postarvi il link dove troverete la mappa del quartiere in questione (anche se google la chiama Beverley, invece che Beverly, sono sicuro che sia la strada giusta); vi consiglio di dare un'occhiata alla street view per meglio capire a cosa alludeva Matt parlando dell'atmosfera che si respira laggiù,  ndT

[2] grazie a marckalock per la correzione di questo verso

 [3] traduco sempre dall'articolo citato nella nota [1]:
[Matt] aggiunge: "occasionalmente rubo piccole parti da reali conversazioni o piccoli pezzi dai film e dalla TV. 'Eredi Di Un Mondo Lucente' è un romanzo di Cynthia Ozick che uscì mentre stavo finendo il testo di 'The Geese Of Beverly Road'. Era proprio quello di cui avevo bisogno, grazie Cynthia"; il link che ho postato riporta all'edizione italiana a cura di Feltrinelli, del 2007, ma il romanzo originale (Heirs To The Glimmering World) uscì negli Stati Uniti nel 2004; Cynthia Ozick è una nota scrittrice ebraica di New York, ndT

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per le sue funzionalità. Cliccando su OK o continuando la navigazione acconsenti all’uso dei cookie. Clicca qui per saperne di più.