City Middle

City Middle

Karen, take me to the nearest famous city middle
Where they hang the lights
Where it's random, and it's common versus common
La di la
[repeat]

I've got five hundred in twenties
And I've got a ton of great ideas
I'm really worked up
I'm on a good mixture, I don't want to waste it
I'm on a good mixture, I do not want to waste it
I wanna go gator around the warm beds of beginners
I'm really worked up

Karen, take me to the nearest famous city middle
Where they hang the lights
Where it's random, and it's common versus common
La di la
[repeat]

I have weird memories of you
Wearing long red socks and red shoes
I have weird memories
I have weird memories of you
Pissing in a sink, I think
I have weird memories of you

I wanna go gator around the warm beds of beginners
I'm really worked up
I wanna go gator around the warm beds of beginners
I'm really worked up

Karen, take me to the nearest famous city middle
Where they hang the lights
Where it's random, and it's common versus common
La di la
[repeat]

I have weird memories of you
Wearing long red socks and red shoes
I have weird memories
I have weird memories of you
Pissing in a sink, I think

I have weird memories of you

Parking your car, you said, I'm overwhelmed
You were thinking out loud, you said, I'm overwhelmed
You were parking your car, you said, I'm overwhelmed
You were thinking out loud, you said, I'm overwhelmed
You said, I think I'm like Tennessee Williams
I wait for the click
I wait, but it doesn't kick in
I think I'm like Tennesse Williams
I wait for the click
I wait, but it doesn't kick in

I have weird memories of you
Wearing long red socks and red shoes
I have weird memories
I have weird memories of you
Pissing in a sink, I think
I have weird memories of you
la da da da...

I have weird memories of you

 

Centro Città[1]

Karen[2], portami al più vicino famoso centro città
Dove si appendono le luci
Dove è casuale, ed è normale contro normale
La di la
[ripete]

Ho cinquecento in pezzi da venti
Ed ho un sacco di grandi idee
Sono davvero esteso
Sono in un buon mix, non voglio sprecarlo
Sono in un buon mix, non voglio sprecarlo
Voglio fare l'alligatore in giro per i caldi letti dei principianti
Sono davvero esteso

Karen, portami al più vicino famoso centro città
Dove si appendono le luci
Dove è casuale, ed è normale contro normale
La di la
[ripete]

Ho dei bizzarri ricordi di te
Che indossi lunghi calzini rossi e scarpe rosse
Ho dei bizzarri ricordi
Ho dei bizzarri ricordi di te
che pisci in un lavello, penso
Ho dei bizzarri ricordi di te

Voglio fare l'alligatore in giro per i caldi letti dei principianti
Sono davvero esteso
Voglio fare l'alligatore in giro per i caldi letti dei principianti
Sono davvero esteso

Karen, portami al più vicino famoso centro città
Dove si appendono le luci
Dove è casuale, ed è normale contro normale
La di la
[ripete]

Ho dei bizzarri ricordi di te
Che indossi lunghi calzini rossi e scarpe rosse
Ho dei bizzarri ricordi
Ho dei bizzarri ricordi di te
che pisci in un lavello, penso

Ho dei bizzarri ricordi di te

Parcheggiando la tua macchina, dicesti, sono travolto
Stavi pensando forte, dicesti, sono travolto
Stavi parcheggiando la tua macchina, dicesti, sono travolto
Stavi pensando forte, dicesti, sono travolto
Dicesti, sono come Tennessee Williams[3]
Aspetto il click
Aspetto, ma non sfonda
Penso di essere come Tennessee Williams
Aspetto il click
Aspetto, ma non sfonda

Ho dei bizzarri ricordi di te
Che indossi calzini rossi e scarpe rosse
Ho dei bizzarri ricordi
Ho dei bizzarri ricordi di te
che pisci in un lavello, penso
Ho dei bizzarri ricordi di te
la da da da...

Ho dei bizzarri ricordi di te

 

 

[1] un testo molto difficile e controverso, pieno di immagini apparentemente scollegate tra di loro, quasi come se affiorassero confusamente alla mente di un ubriaco,  ndT

[2] Karen la conosciamo già: leggi qui, ndT

[3] famoso drammaturgo statunitense, autore di molte importanti opere teatrali, oltre che della sceneggiatura del film Baby Doll (1956), di due romanzi ed alcuni racconti, vinse due premi Pulitzer; omosessuale, sofferente di depressione e alcolista, morì in modo bizzarro in un hotel di New York nel 1983, soffocando in seguito all'inghiottimento accidentale del tappo di una bottiglietta contenente delle gocce per gli occhi, ndT

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per le sue funzionalità. Cliccando su OK o continuando la navigazione acconsenti all’uso dei cookie. Clicca qui per saperne di più.