Notizie

The National a sostegno di Freedom To Marry

freedom to marry logoI The National si esibiranno il 30 ottobre prossimo al Beacon Theatre di New York nel corso della manifestazione Freedom to Love Now!, un evento a sostegno dell'associazione Freedom to Marry per l'uguaglianza dei matrimoni. La notizia è apparsa su Pitchfork.

Sul palco saliranno altri artisti, tra cui Rufus Wainwright, Doveman (organizzatore peraltro della manifestazione, assieme a BOOM for Equality), They Must Be Giants. I biglietti sono in vendita a questo link.

 

Discutine sul nostro forum

Aaron produce i Local Natives

Local Natives e Aaron Dessner

Aaron Dessner sarà co-produttore del prossimo album dei Local Natives, la cui uscita è prevista per inizio 2013. In un'intervista rilasciata a Pitchfork dalla band di Los Angeles, Matt Frazier ci racconta com'è nata questa unione: "Una notte, dopo aver bevuto probabilmente un po' troppo, [Aaron, ndT] ci fa: "Forse dovrei lavorare con voi, ragazzi." E noi, "Certo, amico." Dopo aver incontrato tutti quegli altri produttori, ci sembrava giusto lavorare con qualcuno con cui andiamo veramente d'accordo e che rispettiamo come autore".

Il disco è stato registrato nello studio-garage di Aaron, dove gli stessi The National provano e registrano ormai abitualmente.

I Local Natives saranno sul palco dell'ATP Festival organizzato dalla band di Brooklyn, che si terrà dal 7 al 9 dicembre al Pontins di Camber Sands, UK.

Discutine sul nostro forum

The National di nuovo a sostegno di Obama

The National e Barack ObamaSecondo quanto appreso tramite un tweet della band, i The National si esibiranno in apertura del discorso del presidente Barack Obama in programma il primo settembre a Des Moines, Iowa. Dopo quanto avvenne nel 2008, quando Fake Empire fu scelta dallo stesso Obama per la sua campagna elettorale e la band realizzò una T-shirt che venne venduta in suo supporto, Matt e soci confermano la loro fedeltà alla causa anche nel 2012, in vista della prossima tornata elettorale statunitense.

Discutine sul nostro forum

Nuovo album? Secondo il Mucchio, già entro fine anno

The NationalSono passati solo pochi mesi dalla fine del tour che ha portato High Violet in giro per il mondo, ma voci sull'uscita di un nuovo album iniziano già a rincorrersi per la rete, a testimonianza di una febbrile attesa per il prossimo lavoro dei The National.

Sulla bacheca di facebook del Mucchio Selvaggio sono infatti recentemente apparsi due post (vedi qui e qui) nei quali si dichiara esplicitamente che un nuovo disco sarebbe in programma forse già il prossimo autunno, e comunque prima dell'ATP Festival curato dalla band e in programma a dicembre.

Un'altra fonte a noi vicina ci rivela invece che proprio per il prossimo autunno sembra essere in agenda una sessione di registrazioni.

Come dicevamo: solo voci che si rincorrono.

Stando alle ultime dichiarazioni rilasciate ufficialmente (e non) dagli stessi membri della band, nulla ci lasciava pensare alla possibilità di un'uscita così immediata. Si era parlato prima di un breve periodo di pausa, di vacanze a Los Angeles, di relax in famiglia con i neonati pargoli (il tour è stato piuttosto "prolifico" anche sotto questo punto di vista); poi di alcune idee, di demo, dei primi pezzi abbozzati. Il tutto ancora in fase embrionale.

Qualcosa è cambiato nel corso di queste ultime settimane? Chi può dirlo. Non ci resta che rimanere sintonizzati, con occhi e orecchi tesi in attesa di conferme (gradite o meno, questo lasciamo a voi deciderlo) o di possibili smentite.

Discutine sul nostro forum

Le collaborazioni di Bryan Devendorf

Bryan DevendorfCon i The National in fase di riposo, anche il batterista della band di Brooklyn si dedica ad alcune collaborazioni. Bryan Devendorf farà parte di Man Forever, atipico progetto guidato da Kid Millions (John Colpitts, batterista degli Oneida) che prevede una jam tra diversi batteristi con il saltuario appoggio di chitarra, basso e organo. L’appuntamento è per questa sera all'Issue Project Room di Brooklyn.

Di tenore più classico è invece la collaborazione con Glen Hansard (The Frames, The Swell Season). In occasione del suo debutto solista, il musicista irlandese (che in passato è stato prodotto da Peter Katis, produttore dei The National) ha voluto  Bryan Devendorf come batterista per alcuni pezzi del suo album  Rhythm and Repose. Si segnala che  lo stesso disco è stato prodotto da Thomas Bartlett (aka Doveman) altro collaboratore e grande amico dei The National. Info a questo link.

Discutine sul nostro forum

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per le sue funzionalità. Cliccando su OK o continuando la navigazione acconsenti all’uso dei cookie. Clicca qui per saperne di più.