Notizie

Mistaken For Strangers in uscita nei cinema

Mistaken Fors StrangersA partire dal 28 marzo Mistaken For Strangers, il film-documentario sui The National curato dal fratello minore di Matt, Tom Berninger, arriverà nei cinema e sarà disponibile su iTunes. Assunto come roadie, Tom ha seguito e filmato la band durante il tour di High Violet. Mischiando scene di concerti e backstage ha creato un'opera che si rivela essere la storia sincera di uomini che hanno a che fare con musica, pubblico, vita privata e loro stessi.
La distribuzione sarà possibile grazie alla collaborazione della Starz Digital Media e Abramorama.

Sito ufficiale

Aggiornamento del 12/05/2014: dal 27 giugno Mistaken For Strangers arriva al cinema in UK e in Irlanda. In anteprima speciale sarà trasmesso il 14 giugno in cinquanta sale in collegamento via satellite Q&A. In questo link sono riportate tutte le proiezioni.

Discutine sul nostro forum

The National nominati ai Grammy Awards

Grammy AwardsLo scorso venerdì sono state rese note le nomination per i Grammy Awards 2014. Nella categoria di "Best Alternative Music Album" troviamo Trouble Will Find Me che vedrà Matt e soci concorrere contro Neko Case, Nine Inch Nails, Tame Impala e Vampire Weekend. Qui è possibile leggere l'intero elenco.

La cerimonia di premiazione si terrà il 26 gennaio a Los Angeles.

Buona fortuna ai nostri!

Discutine sul nostro forum

Il caldo autunno di Bryce Dessner

Essere impegnato in un tour mondiale con la band non sembra tenere occupato più di tanto Bryce Dessner. Almeno a giudicare dalla mole di notizie a suo riguardo che circolano in rete da qualche settimana a questa parte.
Il primo disco da compositore solista, registrazioni con la filarmonica di Copenhagen, nuove collaborazioni con vecchi amici. Di carne al fuoco indubbiamente ce n'è davvero tanta: proviamo a riassumere un po' tutte le interessanti novità Dessneriane.
Come ormai noto, dal 5 novembre è diponibile in tutti i negozi Aheym, disco composto da Bryce ed eseguito dal Kronos Quartet, di cui abbiamo già parlato più o meno approfonditamente qui.
Durante un periodo di pausa dal tour, il chitarrista ha rilasciato una lunga e apporfondita intervista a riguardo, pubblicata su theaureview.com. Bryce racconta a Sosefina Fuamoli la genesi di Aheym, disco scritto a fasi, in una serie di collaborazioni successive con il quartetto. "È interessante il fatto che ciascun pezzo sia scritto in risposta a un'altro", spiega Bryce; "il primo è la title track, sulla quale aleggia un'intensa energia. È stata commissionata per una performance all'aperto a New York City, al Prospect Park di Brooklyn - David mi ha chiesto di scrivere qualcosa che non fosse né troppo calmo, né troppo delicato. Ciò è in parte il motivo per il quale questo pezzo è così intenso, volevo creare qualcosa che fosse una sfida per loro e di emozionante per il pubblico."
"Scrivere il quartetto d'archi per il Kronos è stato veramente un grosso affare per me", riflette Bryce. Poi spiega: "il secondo pezzo che ho scritto si chiama "Tenebre", e anch'esso ha alle spalle una storia interessante su come mi è stato commissionato; era un regalo al loro progettista delle luci, che stava per compiere cinquant'anni ed era al venticinquesimo anno col gruppo, perciò si è trattato anche di un pregetto molto personale e interessante per me. Ero molto onorato di essere stato coinvolto in una vicenda così intima, ed ecco perché "Tenebre"... È basato sulla cerimonia della settimana santa che si celebra il giorno prima del Venerdì Santo, e riguarda tutta quella meravigliosa musica rinascimentale scritta per esso. È tutto luci e musica, spegnere le sedici candele nell'oscurità."
Nella stessa intervista, Bryce svela anche di essere al lavoro per scrivere un nuovo pezzo per il Kronos Quartet da inserire nel loro disco previsto per maggio. Poi racconta di come faccia a conciliare il suo lato di musicista classico con quello di chitarrista dei The National: "nel mio caso, è un gran bene poter suonare in una rock band. Passo un sacco di tempo a suonare la chitarra elettrica e musica rumorosa di fronte a un pubblico rumoroso perciò, quando mi ritrovo a scrivere per un quartetto d'archi o a lavorare su musica concertistica, mi è permesso essere qualcos'altro. Non ho necessariamente il bisogno di incanalare tutta quell'energia nella musica che sto scrivendo; ho scoperto che è davvero stupendo lasciare le due cose distinte." Aggiunge infine: "esiste una grande differenza quando sei in un'orchestra. Il linguaggio principale è lo spartito; ciò è stato molto importante per me, permettendomi di continuare ad affinarmi. È un processo estremamente laborioso, ma anche molto gratificante."
Infine conclude: "posso dire che sarò a San Francisco a dicembre per suonare con il Kronos Quartet. Ho scritto una parte di chitarra che non è nel disco, ma la suonerò con loro dal vivo."
Sarà sicuramente interessante da ascoltare. Nel frattempo, possiamo ingannare l'attesa guardando Passages, corto diretto da Poppy de Villeneuve e Alex Braverman che ha come colonna sonora Tour Eiffel, il brano di Aheym suonato con il Brooklyn Youth Choir.

Ma come abbiamo detto, non è stata solo la collaborazione col Kronos Quartet a tenere impegnato Bryce nell'ultimo periodo. Dall'intervista che potete vedere nel seguente video, infatti, si apprende che sono in corso di registrazione insieme alla Filarmonica di Copenhagen diretta da André de Ridder, le composizioni di St. Carolyn by the Sea, un nuovo album composto da Dessner. Nel video si possono sentire alcune anticipazioni della title track e di Raphael, pezzi già eseguiti dal vivo che ora sembra stiano per confluire in un nuovo progetto organico.

Se tutto ciò ancora non bastasse, come si legge su Stereogum, di recente Bryce ha collaborato insieme a Shara Worden, Owen Pallet e Nico Muhly all'incisione di Death Speaks, album composto da David Lang sui testi di Franz Shubert. E sta lavorando su un quartetto di percussioni commissionatogli da So Percussion per la Carnagie Hall, oltre che sul programma 2015 della Filarmonica di Los Angeles.
"Non è che stia cercando di conquistare il mondo", afferma Bryce ridendo a Smh.com.au, "ma trovo estremamente gratificante scrivere e mi sento accresciuto nell'imparare. È un mondo talmente ricco."
E noi te ne siamo sinceramente grati. Buon lavoro, caro Bryce.

Discutine sul nostro forum

Nuovo disco: secondo Aaron grezzo e semplice

The National (Ed Miles/NME)In un'intervista per NME, Aaron Dessner dichiara che il successore di Trouble Will Find Me sarà "grezzo" e "semplice". Ha spiegato, inoltre, che la band vorrebbe che il loro settimo album fosse una reazione al loro "dettagliato" LP uscito nel 2012.

Aaron: "in realtà stiamo pensando di fare qualcosa di grezzo, un album semplice e con poca post-produzione che non piacerà a nessuno!"

Ha aggiunto che le canzoni escluse dalle sessions di Trouble Will Find Me potrebbero finire sul nuovo disco.
"Ne abbiamo parlato", risponde Dessner quando gli è stato chiesto se avessero già iniziato a lavorare sul nuovo album.

"Sono sicuro che una volta finito il tour ci prenderemo almeno un anno di pausa dalla band ma penso che siamo comunque elettrizzati da un'unica idea, cioè siamo tutti interessati a comporre il nuovo disco in maniera diversa. Potrebbe voler dire un album dai volumi più alti, da suonare dal vivo, che sia meno prodotto, più grezzo e frammentato".

(grazie a Giulia per la collaborazione)

Discutine sul nostro forum

Lean, un nuovo brano per il film Hunger Games

Si intitola Lean ed è la canzone che i The National hanno scritto per la colonna sonora del film Hunger Games: Catching Fire, in uscita questo autunno.

Il titolo originario doveva essere Dying Is Easy, come racconta Matt in un'intervista per NME.
"La canzone ha rischiato di non essere inclusa nella colonna sonora di Hunger Games perchè era considerata troppo cupa e ho pensato che fosse buffo visto che si parla di bambini che si uccidono. Non ho idea di come un brano possa essere più cupo di questo. Alla fine abbiamo dovuto cambiare il titolo e in realtà mi piace il nome "Lean"... come dire, ci sta. E' stato un progetto molto divertente, è stato un bel cambiamento per noi, per il modo in cui lavoriamo sulle cose, scrivere una canzone per qualcos'altro. C'era molta pressione per il rilascio, è stato divertente"

Aggiornamento del 26/09/2013: Lean in uscita il 19 novembre. Da oggi è possibile pre-ordinarla su questo sito.

Aggiornamento del 6/11/2013: Ascolta il brano cliccando su play!

The Hunger Games: Catching Fire

Discutine sul nostro forum

Sottocategorie

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per le sue funzionalità. Cliccando su OK o continuando la navigazione acconsenti all’uso dei cookie. Clicca qui per saperne di più.